freccia

I Bim del Trentino uniti per sconfiggere l'emergenza sanitaria

I 4 Bim della Provincia autonoma di Trento, Consorzio dei Comuni compresi nel Bacino Imbrifero Montano del fiume Brenta , Consorzio dei Comuni della provincia di Trento Bim dell'Adige, Consorzio dei Comuni del Bacino Imbrifero Montano del Chiese, e Consorzio dei Comuni Bim Sarca Mincio Garda Provincia di Trento, hanno deciso di dare il proprio sostegno economico per fronteggiare la grave crisi sanitaria in corso legata alla diffusione del virus Covid-19. Già in passato i Bim avevano unito le forze per promuovere azioni di solidarietà. E anche oggi, di fronte alla situazione sempre più preoccupante, con il convinto consenso dei loro direttivi e dopo colloqui con l’assessore provinciale alla salute Stefania Segnana, i presidenti Gianfranco Pederzolli (Sarca Mincio Garda), Donato Preti (Adige), Severino Papaleoni (Chiese) e Sergio Scalet (Brenta), hanno ritenuto di sostenere concretamente l’Azienda sanitaria Trentina con una somma di 500.000 euro. “Alla luce dell’emergenza relativa al contagio epidermico Covid-19 che sta colpendo il nostro Paese e anche la nostra Provincia in tutti i suoi territori - affermano i presidenti - anche i quattro Consorzi Bim del Trentino si sentono in dovere di fare la propria parte. L’Azienda sanitaria Trentina sta vivendo un momento di grande difficoltà e necessita di tutto il sostegno possibile da parte di enti pubblici e privati di tutto il territorio. Quindi, raccogliendo in particolare le richieste di aiuto che provengono dai comparti sanitari, abbiamo deciso di destinare una quantità di risorse, affinché l’APSS possa far fronte alle tante necessità della grave emergenza con l’acquisto di tutti i materiali e i presidi che sono necessari. Questa vuole essere un’azione concreta di sostegno economico, ma anche un messaggio di vicinanza ai nostri operatori sanitari a cui siamo particolarmente vicini e che ringraziamo per l’incredibile impegno profuso a favore delle nostre comunità in questo difficile momento. Vorremmo inoltre, affiancando chi già lo fa quotidianamente con forza e insistenza, invitare ad essere tutti uniti nel sostenere le istituzioni sanitarie per vincere insieme la lotta contro il virus e, nel contempo, dare un contributo nel sensibilizzare tutta la popolazione trentina al rispetto delle misure governative e provinciali messe in campo per evitare il diffondersi del virus, consapevoli che se ognuno farà la propria parte riusciremo a fronteggiare questa drammatica emergenza”. Nel desiderio di sensibilizzare la comunità trentina nel sostenere l’Azienda Sanitaria si ricorda che è stato attivato un conto corrente dedicato alle donazioni, questo l’IBAN: IT96J0200801802000102416554.