freccia

Al via la seconda edizione del progetto didattico nelle scuole

Lo scorso anno avevano aderito 15 classi della Valsugana e del Primiero. Quest’anno il progetto “Io e l’economia green” punta ancora più in alto, una iniziativa didattica proposta dall’Associazione Junior Achievement Italia di Milano, in collaborazione con l’Associazione H2O+ con sede a Trento, e finanziata dal Consorzio Bim del Brenta. L’obiettivo è quello di promuovere progetti sull’impresa sostenibile, per diffondere metodologie e strumenti, per far conoscere alle persone più giovani, i ragazzi delle scuole secondarie di primo grado, le realtà produttive del territorio orientate alla sostenibilità e soprattutto dar loro gli strumenti per creare una vera e propria impresa, Un percorso di sensibilizzazione che prevede un momento di formazione dei docenti ma anche la presenza di esperti d’azienda nelle classi aderenti. Si parlerà del green con un rappresentante del Bim e l’educatrice dell’Associazione H2O+, del futuro professionale con un imprenditore della zona e delle imprese green con la partecipazione anche di un funzionario bancario. Il progetto, quest’anno, punta a coinvolgere 11 scuole medie (Borgo, Grigno, Roncegno Telve, Folgaria, Levico, Pergine, Fiera di Primiero, Strigno e Vigolo Vattaro), in tutto 25 classi con i loro insegnanti. Complessivamente 625 studenti, età compresa tra gli 11 ed i 13 anni, che si confronteranno anche con una trentina di volontari d’azienda. Al termine del percorso formativo, i ragazzi saranno chiamati a concretizzare quanto appreso in aula attraverso un concorso di idee. Dovranno creare una loro idea di impresa sostenibile e prepararsi ad un’adeguata presentazione aperta al pubblico. Una prima presentazione è prevista all’interno della scuola di appartenenza. Le tre migliori idee, valutate da una commissione composta dai referenti dagli esperti coinvolti, JA Italia e H2O+ parteciperanno ad un evento finale pubblico: probabile la presenza alla prossima edizione del Festival dell’Economia di Trento.